Una donna si è trovata in una posizione molto scomoda sia letteralmente che figurativamente quando ha cercato di prendere il suo posto su un aereo – ma si è rifiutata…

STORIE DI VITA

Volare non è un’esperienza piacevole per tutti. Alcune persone si assicurano che prima di partire per il viaggio prendano misure per garantire il loro comfort. Ma non tutti sono attenti alle stesse cose.

Questa donna sapeva cosa le serviva quando viaggiava e ha fatto esattamente quello. Tuttavia, c’erano altri che non la pensavano allo stesso modo…

Una donna si è trovata in una posizione molto scomoda sia letteralmente che figurativamente. Era divisa tra dare la priorità al proprio comfort o alle aspettative della società. Si trovava di fronte a una decisione; poteva essere generosa o difendere il suo spazio personale.

Stava dirigendosi attraverso il paese per passare il Natale con la sua famiglia. Sapeva che quando volava, doveva essere comoda. Considerando le sue dimensioni, prenota sempre un posto extra su un volo. Si assicura di pagare di più per garantirsi il comfort.

Tutto è andato liscio durante il check-in, è passata attraverso il controllo di sicurezza e l’imbarco senza problemi. È stato solo quando era seduta sul suo posto che l’esperienza spiacevole è iniziata. Una donna con il suo bambino di 18 mesi era seduta accanto a lei. Ha visto che c’era un posto vuoto e ha prontamente chiesto alla donna di stringersi su un posto in modo che il suo bambino potesse occupare l’altro. Ma visto che l’occupante originario aveva pagato per entrambi i posti, si è rifiutata.

L’interazione stava attirando l’attenzione e un assistente di volo si è accorto ed è venuto a vedere cosa stava succedendo. Quando la situazione è stata spiegata all’assistente di volo, ha chiesto alla donna se poteva fare spazio per il bambino, ma lei ha gentilmente declinato e ha ribadito ancora una volta che aveva pagato in pieno per entrambi i posti.

L’assistente di volo ha fortunatamente capito e ha istruito la madre a tenere il bambino in grembo, come fanno di solito i bambini di quell’età. Ma, durante il viaggio, la madre si è assicurata di rendere scomoda la donna con sguardi sporchi e osservazioni passive aggressive.

In seguito, la donna si è chiesta se fosse stata ingiusta in questa interazione e se avrebbe dovuto cedere e rinunciare al suo posto extra. Si è rivolta a Reddit per chiedere alla comunità se aveva sbagliato.

Una persona, che era madre lei stessa e si era trovata in una situazione simile, ha scritto: “Ho preso voli di 9 ore con un bambino in braccio e voli più brevi con un bambino in grembo, che era in grado di sedersi sul proprio posto e non voleva affatto che lo tenessi. È stato brutto? Sì. Ma era un mio problema e, finché mio figlio aveva meno di 24 mesi e non dovevo pagare per il suo posto, ho scelto di tenerlo. Giuro, non tutti noi genitori siamo così presuntuosi!”

Un’altra persona ha aggiunto: “È sbagliata per non aver comprato un posto per suo figlio e aver presumuto che qualcun altro avrebbe rinunciato a un posto che aveva pagato. Probabilmente sperava ci fossero posti extra sul volo così non doveva pagare e ha usato il pretesto del grembo come una scappatoia.”

“Andrei così lontano da fare un reclamo alla compagnia aerea riguardo al loro impiegato che ha supportato un’altra passeggera nel molestarti,” ha scritto un altro utente indignato di Reddit.

Un altro utente infastidito ha detto: “Dovresti sempre fare tutto il possibile per essere il più sano possibile, ma essere grassi non è un difetto di carattere o un fallimento morale. Tutti abbiamo le nostre sfide nella vita, e meriti di non vergognarti del tuo corpo e di te stesso, anche se al momento non stai raggiungendo i tuoi obiettivi. Se la mamma vuole un posto extra per i suoi bambini, avrebbe dovuto acquistarlo. Non ha diritto a un posto che hai comprato tu, e non devi sentirti in colpa per il suo cattivo comportamento.”

Mentre, alcune persone potevano forse anche capire il lato della madre nel voler avere un volo confortevole. Tuttavia, se fosse stato importante per lei, si sarebbe assicurata di dare la priorità all’ottenere un posto per suo figlio.

Chi pensi abbia ragione in questa conversazione? Facci sapere nei commenti! Condividi questo con gli altri in modo che possano anche dare il loro contributo sull’argomento.

Rate article