È nata con la rara condizione genetica della displasia ectodermica, che ha avuto un impatto sulla forma del suo viso… Guarda com’è oggi, a 30 anni

STORIE DI VITA

Nessuno dovrebbe mai ricevere un trattamento diverso semplicemente a causa del suo aspetto.

Sfortunatamente, sia i bambini che gli adulti si impegnano frequentemente in questo comportamento, ed è mai appropriato. Chiedete a Ilka Brühl, che è nata con la rara condizione genetica della displasia ectodermica, che ha avuto un impatto sulla forma del suo viso.

La studentessa tedesca, che è stata oggetto di crudeli insulti a scuola, desiderava ardentemente poter diventare invisibile. Allo stesso tempo, eccelleva a scuola e alla fine ha capito che condividere la sua esperienza poteva essere utile agli altri.

Ilka è ora un’autrice e modella pubblicata. Vuole ispirare le persone a vedere la propria bellezza interiore e ad accettarsi reciprocamente per come sono attraverso i social media e un podcast che conduce.

Questa è la sua incredibile storia e com’è oggi, a 30 anni.

Ora, vorrei che tu, il lettore, facessi una pausa e riflettessi sulla tua vita all’età di 16 anni. Personalmente, ho molti ricordi di quel periodo, sia felici che infelici. Tuttavia, in generale, è stato un periodo di grandi cambiamenti. Più ormoni, un eccesso di emozioni e talvolta persino difficoltà mentali erano cose con cui dovevo confrontarmi.

La displasia ectodermica ha causato la nascita di Ilka Brühl.
Spero che complessivamente sia stato un periodo felice per te, come lo è stato per me.

Immagina di essere chiamato “Naso di maiale”, “Mostro” o “Alieno” quando avevi 16 anni. Immagina che tu fossi l’unico che voleva giocare a scuola e che quando gli altri ragazzi ti notavano, ti prendessero in giro e ti puntassero il dito.

Ilka ora serve da ispirazione a milioni di persone in tutto il mondo. Aspira ad aiutare le persone attraverso il suo lavoro.

I genitori di Ilka Brühl credevano che la loro figlia fosse in perfetta salute fino al giorno in cui è nata nel gennaio 1992. In realtà lo era. I problemi respiratori della giovane ragazza furono scoperti dai professionisti medici. Per qualche motivo, le vie aeree del suo naso si erano ostruite.

Ciò richiese un intervento chirurgico immediato e il suo palato duro fu curato dai medici. A quel punto, era evidente che la piccola Ilka era “diversa” in qualche modo.

Molti bambini in tutto il mondo trovano la scuola un ambiente molto difficile. Ilka, sfortunatamente, venne a comprendere questo più di molti altri. Anche se era uguale a tutti gli altri nella sua scuola, gli studenti non lo capivano.

Secondo quanto riportato, i bambini a scuola facevano domande sulla sua apparenza e ridevano di lei.

“All’inizio pensavo: come dovrei apparire diversamente? Così sono fatto! Ma poi ho guardato consapevolmente allo specchio e ho capito che il mio naso è diverso. Poi cominci a mettere in discussione te stesso”, ha detto Ilka al giornale tedesco Kurier.

Anche se era una bellissima bambina, i bulli a scuola erano implacabili. La chiamavano con nomi come “Mostro”, “Alieno” o “Naso di maiale” e non volevano mai giocare con lei.

“Da bambina avevo spesso infezioni agli occhi perché il mio dotto lacrimale non si era sviluppato, e mal di testa perché i miei seni paranasali erano molto suscettibili all’umidità”, ha detto Ilka.

“Ma sono sempre riuscita a convivere con i sintomi”.

Ha aggiunto: “I miei genitori mi hanno sempre dato la sensazione che fossi giusta così com’ero. Da bambina potevo rispondere con sicurezza a frasi o sguardi stupidi. Tuttavia, la domanda è sorta durante l’adolescenza: ‘Se suppongo di essere così normale, perché non vedo persone come me da nessuna parte?'”

Ilka faceva addirittura facce intenzionalmente nelle foto, in modo che i suoi genitori non appendessero le sue immagini a casa.

“Questa era la mia strategia di evitamento”, ha detto. “Se guardo le foto in modo così stupido che mia madre non le appende, allora non devo vederle neanche io”.

Ilka ha sperimentato un aumento del suo livello di auto-dubbio crescendo, non solo da quello che sentiva in classe, ma anche dalla pubblicità televisiva. Ilka ha dichiarato che le aziende rilasciano spesso annunci pubblicitari che promuovono standard sociali di ciò che è attraente, e lei si sentiva mai rappresentata. La ragazza ha sostenuto che di conseguenza mostrare il suo volto era molto più imbarazzante che mostrarsi nuda.

È stata oggetto di molte vessazioni a scuola, ma si è opposta a lasciarsi influenzare. Ilka eccelleva accademicamente e otteneva i voti più alti della sua classe.

“Era come una sorta di doppia vita”, ha ricordato.

Tutto è cambiato prima del servizio fotografico

Per quanto riguarda la sua scarsa autostima e fiducia in se stessa, a Ilka è stato difficile fare amicizia.

Ha subito dieci interventi, e anche se ha faticato ad accettarsi, le cose hanno cominciato a migliorare nel tempo. Si è trasformata rapidamente in una donna sicura di sé che voleva servire da esempio pergli altri dopo aver capito che non valeva meno di chiunque altro.

Nel 2014, mentre era in viaggio per il suo primo servizio fotografico, tutto è cambiato.

“Sulla strada per [la fotografa], stavo per voltare più volte perché ero così terrorizzata che si sarebbe messa a ridere di me quando mi avesse vista dal vivo”, ha scritto.

“Stare davanti alla macchina fotografica mi ha mostrato: ogni difetto e ogni errore fa parte di te, e va bene così. Devi solo trarne il massimo”, ha aggiunto.

Ilka si è sottoposta a un intervento al naso quando aveva 20 anni. Inizialmente, Ilka pensava che l’intervento le avrebbe finalmente dato il coraggio di abbracciare se stessa, ma era principalmente per motivi medici.

Dopo l’intervento, però, le cose presero una piega diversa.

“Appena le ferite si erano rimarginate, ho notato il prossimo difetto. In quel momento ho capito: la bellezza non può essere creata sul tavolo operatorio”, ha detto Ilka.

“Per me, [la bellezza] riguarda l’aspetto. Se ti accetti, puoi brillare dall’interno ed è più bello della persona più perfetta che non si piace”.

Ilka ha capito che c’erano altre cose che poteva fare invece di modificare la sua apparenza attraverso ulteriori procedure. Era più importante per lei imparare ad accettarsi piuttosto che gli altri la vedessero come una persona “normale”.

“Mi sono avvicinata alle persone in modo più aperto e ho imparato a piacermi. E ho notato: gli altri non si allontanano affatto da me, sono io che mi allontano da loro!”

Ilka era consapevole della sua apparenza “strana”, ma questo non era una cosa negativa. Preferiva valorizzare le sue particolarità. La donna, nata in Germania, voleva condividere le sue difficoltà e le esperienze di vita perché capiva che avrebbe potuto aiutare le persone ad accettarsi per ciò che sono.

Così Brühl ha pubblicato un podcast su come affronta l’auto-dubbio. Offre anche consigli su come amarsi di più. È stato pubblicato anche il suo libro, Differently Beautiful – How I Learned to Love Myself.

Il suo progetto Grenzenlos, che si traduce in Progetto Senza Limiti, è stato fondato da lei e alcuni amici nel 2018. L’obiettivo della campagna è attirare l’attenzione sulla bellezza di coloro che affrontano disabilità fisiche e altre deformità. Si adatta alla definizione di bellezza di Ilka Brühl, secondo lei.

Ilka Brühl oggi – immagini

Su Instagram, ha scritto: “Penso che OGNI PERSONA sia bella a suo modo. Leggo spesso commenti del tipo ‘Non sei bella solo perché sei diversa’, [e] è assolutamente giusto! Sono bella perché OGNI PERSONA è bella. Non importa se sei una bellezza classica, alta, bassa, grassa, magra, nera, bianca”.

Ilka condivide la sua storia, così come gli approfondimenti sulla sua vita, attraverso il suo blog e su Instagram. Recentemente, ha lavorato a un libro per bambini, e in un paio di occasioni ha condiviso immagini di quando era bambina.

“Ho deciso di mostrare una foto da bambina di me. Perché vedi meglio il mio ‘difetto’ lì. Inoltre, ricevo molti messaggi diretti con la domanda del perché io sia così. All’inizio ho esitato perché alcuni di voi pensano che sia troppo. Ma questo è sbagliato, dovrebbe essere normale come ogni altra foto da bambina”.

Ha aggiunto in un post su Facebook: “Tutti quelli che mi conoscono possono confermare che è davvero importante per me e che voglio aiutare gli altri. Voglio aiutare quelli con qualche difetto, così come i genitori dei bambini che hanno paura che il loro figlio venga accettato nel mondo”.

Inoltre, dopo che Project Grenzenlos è andato in onda nel 2018, Ilka ha fatto sempre più lavori di modellazione, ed è davvero fantastica!

Ilka è ora considerata ampiamente una figura di riferimento. Il suo percorso è incredibilmente sorprendente, e grazie ai suoi social media, persone di tutto il mondo possono seguirla nelle sue attività quotidiane. Attualmente ha più di 33.000 follower su Instagram.

Sposata con il suo amato Philip

Ilka ha accettato le sue caratteristiche ed è diventata un modello per gli altri. Inoltre, ha incontrato l’amore della sua vita.

Si è sposata con Philip, il suo futuro sposo, l’anno scorso. E sembrano molto contenti insieme!

Su Instagram, Ilka ha pubblicato una foto di sé in abito da sposa.

“Il matrimonio in sé è stato indescrivibilmente bello per me. Quando mi sono svegliata il giorno dopo, non potevo credere quanto fosse andato bene tutto”, ha scritto Ilka.

“Tempo splendido, tutti erano di buon umore e mio marito (voglio ancora dire amico) sembrava così incredibile. Ero così emotiva e ho versato così tante lacrime. Amare così tanto qualcuno è un grande privilegio e ne sono infinitamente grata. Non vedo l’ora di tutto ciò che verrà. Non posso davvero credere quanto sia fortunata a poter chiamare una persona così fantastica mio marito ora”.

Nessuno è senza difetti. Tuttavia, dovremmo sempre trattarci reciprocamente con rispetto, indipendentemente da quanto “diversi” possano apparire alcune persone o se hanno una disabilità.

Ilka Brühl è un modello per gli altri, condividi questa storia con i tuoi amici e la tua famiglia su Facebook.

Rate article